counseling filosofico

SAI SCEGLIERE BENE LE TUE COMPAGNIE?

piccolo esercizio per il quotidiano in quarantena!

Fin da subito ti sei reso conto che una quarantena si passa con le persone che abitano nella tua stessa casa. Per alcuni possono essere i familiari, genitori e figli, per altri il compagno o la compagna. Per altri possono essere gli amici dell’università, i coinquilini. Per altri ancora, nessuno, perché si abita da soli. 

In alcuni casi si potrà essere stati grati delle persone scelte, altre volte no.

Può essere molto difficile una quarantena con persone che non ti fanno stare bene.

Proprio in questi giorni in cui cominci a vedere la fine di questo periodo, avrai pensato alle persone e alle compagnie che fanno parte della tua vita, a chi rivedere quando si potrà iniziare ad uscire di nuovo.

Ti proponiamo quindi un piccolo ma antico esercizio: se pensi al presente e a questo periodo di stop forzato, quali sono le persone che hai scelto di contattare in questo periodo? Quali sono le persone che ti hanno scelto in questo periodo?

In questi giorni in cui non ti puoi incontrare per caso in giro per il paese o nei negozi, incontrare qualcuno diventa, infatti, una scelta.

A questo proposito Epitteto suggerisce di riflettere molto bene sulle compagnie che scegliamo. Gli stoici erano infatti molto consapevoli della capacità altrui di influenzare i nostri pensieri e i nostri comportamenti. 

“Concentrati con impegno per non scivolare nel comportamento della gente comune. Sappi, infatti, che se il compagno è sporco, anche chi gli sta a stretto contatto, inevitabilmente, si insudicia, per pulito che possa essere.”

Questa citazione tratta dal Manuale di Epitteto ci sembra quanto più attuale.

Epitteto ci dice appunto di scegliere bene chi frequentare, di cercare persone migliori di noi stessi, in modo da poter imparare da loro e migliorare. Ci dice di evitare coloro il cui carattere o le cui abitudini ti trascinano verso il basso. Quello che Epitteto e gli stoici sostengono è che alcuni rapporti di amicizia sono mutualmente costruttivi e altri invece sono mutualmente distruttivi. Altri ancora non portano da nessuna parte.

Quando avrai cominciato a interiorizzare la prospettiva stoica sull’amicizia, inizierai a vederne le conseguenze sulla tua vita sociale e in generale sul tuo modo di vedere le cose. 

Quali sono le amicizie che ti offrono dei benefici?

Quali sono altresì le amicizie che potresti voler riconsiderare?

L’obiettivo di questo esercizio non è eliminare le persone ma essere consapevoli delle influenze che hanno sulla tua vita e conoscere così il tuo comportamento quando sei con loro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *